Piccoli allenamenti per tornare a viaggiare

Tornare a viaggiare sarà un po’ come tornare a correre o a nuotare. Chi durante il lockdown e le fasi successive non ha smesso di allenarsi sarà avvantaggiato. Il mio sport è il viaggio e in tutto questo tempo mi sono allenata con l’immaginazione, ispirandomi a ciò che vedevo dalle finestre di casa e cercando nuove strade da percorrere.

Abito nella campagna toscana, nel Comune di Reggello, a circa 35 km dal centro di Firenze, una zona ricca di  aree naturali con percorsi trekking e cammini. Iniziate a riscaldare il muscolo del viaggio, perché oggi vi racconto le 3 foreste e aree naturali protette che posso raggiungere a piedi da casa mia.

1 – Foresta di Vallombrosa
Se già conoscete il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, saprete certamente dove si trova la Riserva Naturale Biogenetica di Vallombrosa. Siamo sul versante occidentale del Massiccio del Pratomagno e, a dire il vero, da casa mia devo salire un po’ prima di arrivarci, ma ne vale davvero la pena. Dopo aver percorso uno dei numerosi sentieri, uno dei quali porta all’albero più alto d’Italia, di solito mi siedo sul grande prato per uno spuntino. Appena potrò, mi fermerò anche a salutare i monaci della millenaria Abbazia e a acquistare il loro leggendario Gin!

2 – Foresta di Sant’Antonio
Due passi e dalla porta di casa sono già al Centro Visite di Ponte a Enna. Mi fermo sull’antico ponte a vedere scorrere l’acqua del torrente, pensando che sì, tutto scorre e tutto passa. Un respiro e via, verso le salite che mi aspettano in quella che è un’area naturale protetta con 18 km di sentieri segnalati dal Club Alpino Italiano.

3 – Le Balze
Ve lo devo confessare. Le Balze mi scatenano l’immaginazione. Passeggiando e osservandole fantastico sulla loro origine. A volte mi sembrano le grinze della terra. Altre volte credo che quelle punte aguzze si allunghino in una gara a chi per prima tocca il cielo. Naturalmente conosco la genesi di queste particolari formazioni geologiche, ma sono talmente affascinanti che la fantasia viaggia libera, almeno lei.

Foto di Paolo Ricci

Quando tornerete a esplorare il mondo preparatevi alle Balze. Perché hanno la particolarità di sorprendere il camminatore con improvvise e suggestive aperture, come piccole piazze sospese nel verde.

Il viaggio di oggi termina qui. I passi del ritorno mi fanno pensare che non è un caso se ho scelto di raccontare la Toscana e organizzare tour proprio qui, dove basta mettersi le scarpe comode e uscire per ritrovare il ritmo del nostro cuore. Sarà forse questo il muscolo del viaggio che dobbiamo continuare a allenare?

. Per tutte le informazioni e aggiornamenti su escursioni e passeggiate nel rispetto delle normative vigenti e della situazione sanitaria si raccomanda di visitare i siti del Governo Italiano, della Regione Toscana e di Visit Tuscany.

. Per i percorsi trekking è possibile acquistare nelle librerie, cartolerie e online (per esempio qui) la carta dei sentieri della Provincia di Firenze n. 03 – Firenze e Val di Sieve del CAI Sezione di Firenze .  Oppure attraverso la app Avenza Maps.

. Per prenotare escursioni e visite guidate contattaci!